Val Daone, ten years after…

_P128761

Matteo Cittadini, The King 7c+ – Val Daone (TN) – Eos 5d mkiii + ef 16-35 f2,8

Val Daone, 10 Anni Dopo!
In occasione del raduno boulder in Val Daone, lo scorso we, Versante Sud ha presentato la seconda edizione della guida della Val Daone scritta da Stefano Montanari.

Roberto Parisse è stato uno degli ospiti d’onore essendo stato uno dei pionieri della Valle insieme ai sui amici bresciani della “Banda del Pannello”.

A loro si deve l’apertura dei primi boulders duri e la pulizia di alcuni settori della valle.

E’ stato bello riprovare i vecchi e nuovi boulders della valle e rivivere i magici momenti di circa 10 anni fa!
E’ stata anche  un’ottima occasione anche per promuovere la nostra guida “Magia di Calcare” con la proiezione dell’omonimo documentario 100% Gran Sasso d’Italia!

Abbiamo ricevuto un ottimo feedback e tanti complimenti sia per la qualità del film che per la bellezza delle nostre montagne.

E’ stata un’ottima occasione per testare una nuova lente: canon ef 135 f2L.

Il 135mm è un’ottica che ho sempre desiderato nel mio corredo: autofocus veloce, boken spettacolare e nitidezza eccezionale.
Qualche foto del nostro breve tour con Luca ParisseMatteo Cittadini e Roberto Parisse!

 

Val Daone , After 10 Years ! During the bouldering meeting in Val Daone , last we , Versant Sud presented the second edition of “Val Daone Bouldering Guide2 written by Stefano Montanari. Roberto Parisse was one of the guests of honor having been one of the pioneers of the Valley. Roberto and the “Gang of Climbing Wall” were responsible for the opening of the first hard boulders and they are the cleaners of some boulder areas of the valley . It was great to try the new and old boulders in the valley and relive the magical moments of 10 years ago ! It was also an excellent opportunity to advertise our bouldering guide about bouldering in Gran Sasso : “Magic of Limestone”.

We showed also the documentary ” Magic of Limeston” about the making of the guide, It has been a great success !

WE received great feedback and many compliments to both the quality of the film and the beauty of Our mountains .

The tour was a good opportunity to test the canon 135mm f2L canon lens.

Si tratta di un obiettivo che ‘ho sempre voluto provare . Mi piace così tanto … E ‘stato molto molto forte , il boken è incantevole e la messa a fuoco è veloce.

A few photos about our short tour; in the pictures: Luca Parisse , Matteo and Roberto Cittadini Parisse !

_P128803

Luca Parisse – Segal 7c – canon eos 5d mkiii + 135f2L 1/400 f2 iso 400

_P128822

Vald Ghilese – canon eos 5d mkiii + 135f2L 1/500 f2 iso 400

_P128796

Matteo Cittadini Segal 7c – canon eos 5d mkiii + 135f2L 1/400 f2,2 iso 400

_P128779

Roberto and Stefano Montanari, guide presentation – canon eos 5d mkiii + 50mm f1,2 L L 1/160 f1,8 iso 400

_P128770

Gianluca reading the new guide – canon eos 5d mike + 50 mm f1,2L 1/200 f1,8 iso 400

_P128769

Roberto Cappucciati (versante sud boss) presented the new bouldering guide – canon eos 5d mike + 50 mm f1,2L 1/250 f1,8 iso 400

_P128719

Matteo Cittadini – canon eos 5d mkiii + 135 f2L 1/400 f2 iso 400

_P128703

Roberto and Matteo – canon 5d mkiii + ef 135 f2 1/800 f2 1iso 200

_P128647

Luca – eos 5d mkiii + 135 f2L 1/800 f2 iso 200

_P128619

Roberto Parisse – eos 5d mkiii + 16-35 f2,8l, 1/200 f3,5 iso1000

_P128604

Luca Parisse – eos 5dmkiii + 135 f2, 1/400 f2 iso 1000




Posted in Senza categoria

L’addio di Christian Core

_P129597

Christian e Giorgia, Varazze 2015. Canon 5d mkiii + ef 50mm f1,2L

Ho visto il documentario “I Core” al Mello Blocco, un racconto stupendo di una vita dedicata all’arrampicata, la storia di Cristian Core, il più grande campione di boulder mai esistito; il tutto ambientato nella splendida area boulder di Varazze.
Dopo il documentario Cristian disse, davanti ad un ricco pubblico di climbers di tutto il mondo, che avrebbe lasciato l’Italia e si sarebbe trasferito con la sua famiglia in Canada a Vancouver.
Dovevo andare a trovarlo a Varazze, un’area di arrampicata che è stata il suo regno per 15 anni. dovevo andare assolutamente prima della sua partenza. Volevo capire perché lasciava l’Italia, volevo scalare con lui.
Sono partito con la mia famiglia in camper approfittando della chiusura delle scuole per l’adunata degli alpini a L’Aquila.
E’ stata un’occasione unica per trascorrere un we di arrampicata con Christian, Stella e le loro bambine.
Ho capito in questi giorni quanto sia stato difficile per  Christian metabolizzare questa decisione e forse ho capito le sue motivazioni che lo hanno spinto a lasciare l’Italia.
Dopo 20 anni nel gruppo sportivo della polizia, anni di grandissimi successi sportivi che l’hanno visto Campione del Mondo, Campione Europeo , due volte vincitore della Coppa del Mondo, è stato letteralmente sbattuto in strada a fare le pattuglie!
Ma come si può mandare un atleta del suo calibro, che ha onorato la polizia allenandosi duramente e con sacrificio, a fare le pattuglie, a combattere la criminalità, a ritrovarsi in sparatorie, rapine ecc.??
Christian ovviamente non ha retto il colpo e dopo 9 mesi ha dovuto lasciare il corpo della polizia di stato.
Lui è un uomo che ha dato tantissimo a questa nazione: non solo centinaia di trofei, ma anche insegnamenti preziosi ai fortunati che hanno potuto goderne.
Ha allenato per due anni e mezzo la nazionale giovanile, ha scoperto valorizzato  aree di arrampicata aprendo passaggi stupendi. E’ stato il primo a proporre l’8c+ di boulder con  “Gioia” ancora uno dei blocchi più difficili del mondo con solo 2 ripetizioni.
image1

Christian Core su Gioa 8c+ (V16) Varazze Italy. Photo Stella Marchisio

Mentre ero nell’area boulder di  Varazze, nel settore “Antro dei Druidi”, l’ho visto parlare con Giorgia Tesio, giovane promessa dell’arrampicata italiana, ho visto due generazioni a confronto, ho visto come si guardavano: con ammirazione reciproca ed ho pensato a quanto poteva ancora dare Christian,  con i suoi insegnamenti, non solo a Giorgia ma a tutti i giovani climbers italiani.
Ma perché questo paese riesce con tale facilià a farsi scappare i talenti? che siano ingegneri, medici, artisti, sportivi?
Christian andrà ad allenare la nazionale canadese di arrampicata, darà sicuramente il massimo per fare bene il suo lavoro, come ha sempre fatto.
Christian continuerà a scalare, continuerà ad insegnare ai giovani, aprirà centinaia di nuove e magnifiche linee ma non in Italia….. perché l’Italia l’ha lasciato andare!
Posted in Senza categoria

XX Eco Maratona dei Marsi

_MG_0667

_MG_0681

 

Quest’anno si festeggia il XX anniversario della regina delle Eco Maratone, Risk4Sport non poteva mancare ad un appuntamento così importante!

 

Equipaggiamento usato:

Camera: Canon eos 5d mkiii, Canon eos 1d mkiii

Lenti: canon 50mm f1,2L, Canon 24-70 f2,8L Canon ef 70-300 f4-5,6L

Zaino: f-stop Loka

Shoes: Lasportiva Mutant

 

 

English

This year the queen of eco marathon celebrating its twentieth birthday ! Risk4sport could not miss it !

Equipment:

 

Camera: Canon eos 5d mkiii, Canon eos 1d mkiii

Lens: canon 50mm f1,2L, Canon 24-70 f2,8L Canon ef 70-300 f4-5,6L

Backpack: f-stop Loka

Shoes: Lasportiva Mutant

 

 

 

IMG_0005

 

_F0T2798

 

165-2

 

165


_MG_1175

Posted in Senza categoria

Outdoor Running 2015 Cover e foto by Risk4Sport!

 

La mia cover su sullo speciale di Skialper  “Outdoor Running 2015”!

 

IMG_0012

 

Ho scattato questa foto con il mio inseparabile canon ef 50mm f1,2L a Stefano Trisconi e Paolo Bert mentre correvano su uno dei tanti sentieri a picco sul mare nella favolosa location del Parco delle 5 Terre.

C’è voluta quasi una settimana di lavoro per fotografare il team di testatori in azione oltre tutte le scarpe, i bastoni da corsa, gli zaini idrici e le borracce recensite nella guida!

Non solo “duro” lavoro ma anche bei momenti di svago: dalle ottime cene in compagnia di un team affiatato alle passeggiate serali per le caratteristiche viuzze dei paesini del Parco delle 5 Terre.

La guida “Outdoor Running 2015” , oltre all’aspetto tecnico impeccabile dell’analisi dei materiali,  racconta molto bene l’esperienza del test;

tanti contenuti e molte immagini firmate  Luca Parisse/risk4sport.

Un grande staff di professionisti guidati da Alessandro Pilloni e Claudio Primavesi tra cui il vincitore del Tor des Geats (la corsa in montagna più estrema del pianeta!: 330km, 24000D+) Franco Collè, la campionessa del mondo di skyrace Elisa Desco e tanti atleti di altissimo livello hanno reso questa esperienza ancora più entusiasmante.

In basso una piccola anteprima del lavoro strepitoso che ha fatto la redazione di Skialper!

è possibile scaricare l’app “Skialper” ed acquistare la guida in formato digitale.

Equipaggiamento:

Camera: Canon eos 5d mkiii

Canon Lens: 16-35mm f2,8 L II, 17-40mm f4L, 35mm f1,4L, 70-200mm f2,8L, 70.-300 f4-5,6L IS, 24-70 f2,8L

B+W Slim Kaesemann 77mm

Backpack: f-stop Loka, f-stop Satori

Light: Elinchrom Ranger Quadra

Shoes: Lasportiva Mutant, Lasportiva Core Gore-Tex Surround

 IMG_0010

 

ENGLISH

My first cover on Skialper Special “Outdoor Running 2015”!

In the picture, taken by 50mm f1,2 lens, Trisconi Stefano and Paolo Bert Paul ran on wonderful trails of the “5 Lands National Park”, near the village of Corniglia (La Spezia Italy).

A busy week of work to photograph the team testing the new outdoor running shoes.

Not only hard work but also moments of entertainment, great dining and evening walks through the streets of the villages of the 5 lands.

The guide “Outdoor Running 2015″ tells very well this beautiful experience, enriched by my images.

Great hospitality, excellent fish and above all a great company!

A large staff of professionals including the winner of the Tor des Geats (mountain running most extreme on the planet !: 330km, 24000D +) Franco Collè, the world sky race champion Elisa Desco  and many top-level italian athletes.

A small preview of the amazing work by Skialper editorial staff!

Equipment:

Camera: Canon eos 5d mkiii

Canon Lens: 16-35mm f2,8 L II, 17-40mm f4L, 35mm f1,4L, 70-200mm f2,8L, 70.-300 f4-5,6L IS, 24-70 f2,8L

B+W Slim Kaesemann 77mm

Backpack: f-stop Loka, f-stop Satori

Light: Elinchrom Ranger Quadra

Shoes: Lasportiva Mutant, Lasportiva Core Gore-Tex Surround

 

 

IMG_0011

 

IMG_0001

 

IMG_0002

 

IMG_0003

 

IMG_0004

 

IMG_0005

 

IMG_0007

 

IMG_0008

Posted in Senza categoria

Balich Spectacular Shows: an amazing photographic book about stunning shows and ceremonies staged by Marco Balich

_P128354

The Book

 

_P127987

The Book, Galleria Lia Rumma, Milano 2015

Balich Spectacular Shows è uno spettacolare libro fotografico che racconta più di dieci anni di incredibili shows e fantastiche cerimonie messe in scena dal produttore veneziano Marco Balich. Ho conosciuto Marco in occasione i XVI Giochi del Mediterraneo di Pescara nel 2009. Il suo direttore artistico, Lida Castelli, mi aveva scelto come fotografo per la cerimonia di apertura dei giochi. Ho avuto una grande occasione e ho dato il massimo per fare un buon lavoro! Da allora sono diventato il suo fotografo di fiducia ed ho preso parte a tutti gli eventi più importanti  per raccontare con le mie foto le più grandi cerimonie degli ultimi 10 anni! Sono stato il fotografo ufficiale delle cerimonie di apertura e chiusura dei VXI Giochi del Mediterraneo, dell’inaugurazione del Juventus Stadium, delle cerimonie di apertura e chiusura degli europei di calcio di Polonia e Ucraina nel 2012, del 75° anniversario dello Shakhtar di Donetsk, del Flag Handover  delle olimpiadi di Londra 2012 e delle Paraolimpiadi, della cerimonia di chiusura delle olimpiadi invernali di Sochi nel 2014 e dell’apertura e chiusura dei giochi paraolimpici di Sochi 2014, della prima edizione di Opera Pop on Ice a Verona nel 2014. Lo scorso weekend, sono stato a Milano per la presentazione del libro che avevo tanto atteso!

_P128253

Marco ed IO, Galleria Lia Rumma, Milano 2015

L’emozione di vedere le mie foto stampate, quasi tutte in doppia pagina, su un librone di lusso distribuito da Rizzoli ed editato da Lida Castelli e Moreno Gentili, è stata grandissima… mi sono quasi commosso! Sono molto felice che in copertina ci sia una mia foto: una serie di omini rossi e verdi  (coreografia con costumi a led del “Juvetus Stadium Opening”)  magistralmente stampati in rilievo su un fondo nero opaco creando un bellissimo effetto! Oltre la cover circa il 50% delle 150 foto presenti nel libro foto sono opera mia. Grazie Marco e Lida per questo bellissimo regalo!

_P128358

Sochi 2014 Olympic Winter Games Closing Ceremony

_P128359

Sochi 2014 Paralympic Opening Ceremony

_P128367

EURO UEFA 2012 OPENING CEREMONY, KIEV UCRAINA.

_P128369

OPERA POP ON ICE, VERONA ITALY 2014

_P128371

LONDON 2012 PARALYMPIC FLAG HANDOVER

Il libro è disponibile sul sito Rizzoli e su Amazon   In fondo una gallery  del libro e della magnifica serata alla galleria Lia Rumma di Milano

ENGLISH VERSION

BALICH SPECTACULAR SHOWS is an amazing photographic book presenting more than ten years of stunning shows and ceremonies staged by Marco Balich.

I met Marco During the XVI Mediterranean Games in Pescara where I worked for him as a photographer causally.

Lida Castelli, its artistic director , had chosen me as a photographer for the opening ceremony.

Since that day I became their photographer for their biggest show in the world!

I was the official photographer of: XVI Mediterranean Games Opening/Closing Ceremony, Juventus Opening Stadium, 75° Shaktar Donetsk, UEFA 2012 Opening/Closing Ceremony, London 2012 Olympic/Paralympic Flag Handover Ceremony, Sochi 2014 Olympic Closing Ceremony and Paralympic Opening and Closing Ceremony, Verona Opera Pop on Ice 2014 and more.

Lat week I attended the presentation of the book in Milan,

The excitement of seeing my photos printed , almost all double-page of a big book luxury distributed by Rizzoli and edited by Lida Castelli and Moreno Gentili , was great … I almost moved !

I am very happy because on the cover there is a photo taken by me : a series of red and green men ( choreography with costumes led during ” Juvetus Stadium Opening” ) masterfully printed in relief on a matt black background , creating a beautiful effect !

Besides the cover about 50% of the 150 photos in the book are photos by my.

Thanks Marco and Lida for this beautiful gift !




                                    
Posted in Senza categoria

Spring Session 2015: Freeride and Ski/Snow Alp Competition

_P127160

Athletes recognition, Canon Eos 5d mkiii – canon ef 17-40 f4 – 1/5000 f4,5 iso 100

Lo scorso we ho preso parte come fotografo alla Spring Session, evento organizzato da “Gran Sasso Anno 0″ nella splendide location di Campo Imperatore ed il piazzale di Fonte  Cerreto (base funivia del Gran Sasso).

Sono stati due giorni ricchi di sport di montagna e divertimento.
Il primo giorno è stato all’insegna del freeride con la prima edizione del “Gran Sasso Freeride, Trofeo Mario Celli”.
Ero emozionato dall’idea di fotografare un evento del genere a Campo Imperatore.
Dopo la lunga esperienza nelle  gare internazionali di big mountain/freeride  come l’Xtreme di Verbier ed il Freeride World Tour, finalmente, ho potuto fotografare i miei amici riders sulla mia montagna!
La gara è stata molto bella ed il pendio, anche se è non è stato quello originale a causa dei grandi accumuli di neve caduta le settimane precedenti, è stato perfetto per poter comunque giudicare il migliore atleta.
Ho scelto una posizione quasi aerea su uno spuntone di roccia non molto comodo da raggiungere. Il risultato delle foto è stato molto buono. Ho utilizzato la “vecchia” ma veloce canon eos 1d mkiii con il “vecchio” ed ormai fuori produzione teleobiettivo canon 100-400 f4-5,6L. Un’accoppiata perfetta per il tipo di foto che dovevo fare.
foto 1

My favorite light backpack F-Stop Loka , shot by Iphone

017-13

“Flying on rocks”, canon eos 1d mike – ef 100-400 f4-5,5L is – 260mm 1/2000 f 5,6 iso 160

 

011-16

“Thanks to the wind”, canon 1d mkiii – canon ef 100-400mm f4-5,6 – 360mm 1/2000 f5,6 iso 160

 

_F0T2171

“Fast and Furious”, canon 1d mkiii – canon ef 100-400mm f4-5,6 – 360mm 1/2000 f5,6 iso 160

 

Il secondo giorno è stata dedicato agli amanti della “fatica” con con  l’Abruzzo SnowAlp Trophy, la finale della Coppa Italia di SnowAlp, e la Gran Sasso Twin Cup, gara di sci alpinismo a coppie all’interno del circuito Skialp dei parchi.E’ stato il giorno più faticoso anche per me dato che ho dovuto raggiungere con gli sci da alpinismo la cima di Monte Aquila, il punto più alto e panoramico del percorso.

_P127241

Pizzo Cefalone, canon eos 5d mkiii – ef 70-300mm f4-5,6

 

foto 4

On the Top of Monte Aquila, shot by Iphone

 

_P127246

The second Step: “Duca degli Abruzzi”, canon eos 5d miii – ef 70-300 f4-5,6L is – 130mm 1/5000 f5,6 iso 100

 

027-6

Carlo and Daniele, canon eos 5d kii – ef 50m m f1,2 + nd16 filter – 1/4000 f1,8 iso 100

 

199-9

Descent from the top of Monte Aquila, canon eos 5d mkiii – ef 50mm f1,2L + ND16 – 1/6400 f1,8 iso 100

Volevo fare qualche foto “aerea” e cercavo una condizione veramente “invernale”; la cresta di Monte Aquila è stata la scelta perfetta. Ho aspettato l’ultimo concorrente e mi sono goduto, forse più di tutti, la bella e lunga discesa, su una perfetta neve primaverile, fino alle piste da sci.
A valle il “Villaggio della Montagna” è stato perfetto per rifocillarmi davanti ad una lunga serie di birre!
In basso le  foto più belle e rappresentative della manifestazione.
 Equipment:
Day 1 Freeride:
Body: Canon 5d mkII, 1d mkiii
Lens: canon 100-400 f4-5,6L, 50mm f1,2L, 17-40 f4L
Backpack: F-Stop Loka
Day 2 Skialp
Body: canon 5d mkiii:
Lens: canon 70.300mm f4-5,6L, 17-40mm f4L,  50mm f1,2L
Backpack: F-Stop Loka
ENGLISH VERSION
Last week I shoot several pictures during the “Spring Session 2015″, a special event organized by “Gran Sasso Anno 0″. The location was Campo Imperatore Resort and Fonte Cerreto (AQ, Italy).
Two wonderful day rich in action and mountain sports.
The 1st day was “Gran Sasso Freride Contest, Mario Celli Trophy”.
I shot in important Freride Competions such as Xtreme Verbier and Freeride World Tour in the past and I was very happy during the” Spring Session” Event because It was the 1st time i shot to my friends in my favourite mountain spot!
The competition was very well, the 1st Freeride competition in the Center of Italy was a great success!
The 2nd day was the competition for “the athletes who love the effort”: ski/snowboard alpinism trophy.
I climbed on the top of Mountain Eagle because it was the higher position to shot pictures. The view from the top was beautiful and the scenary was like winter.
After the photo shooting I enjoyed a nice downhill on crazy spring snow.
Enjoy the pictures!
_P127027.jpg_P127160.jpg_P127164.jpg007-2.jpg017-13.jpg_F0T2171.jpg046-10.jpg027-6.jpg011-16.jpg029-8.jpg_P127217.jpg_P127225.jpg_P127227.jpg_P127241.jpg_P127245.jpg020-2.jpg030-9.jpg012-12.jpg020-15.jpg027-3.jpg027-6-2.jpg188-6.jpg192-3.jpg196-8.jpg199-9.jpgNKF_5134.jpg_P127711.jpg
Posted in Senza categoria

AUDI FIS SKI WORLD CUP – ALTA BADIA –

The Val Badia ski World Cup is the single most important event that takes place in the valley,thanks to its prestigious organization attracts fans from all over Europe and worldwide.

The impressive list of famous winners and podium finishers that can be read on Alta Badia’s golden book says it better than a thousand words – almost none of the top giant slalom experts from the past 30 years failed to shine one day or the other on the treacherous “Gran Risa” course that belongs now to the group of most prestigious World Cup events of the winter!

FIS-ski official site 

VideoFis-ski  

_F0T0283-c62.jpg_F0T0293-c17.jpg_F0T0318-c45.jpg_F0T0329-c28.jpg_F0T0368-c68.jpg_F0T0385-c1.jpg_F0T0415-c17.jpg_F0T0421-c80.jpg_F0T0577-c32.jpg_F0T0591-c65.jpg_F0T0601-c76.jpg_F0T0615-c51.jpg_F0T0813-c45.jpg_F0T0815-c81.jpg_F0T0917-c14.jpg_F0T0922-c17.jpg_F0T0924-c100.jpg_F0T0940-c52.jpg_F0T0952-c46.jpg_F0T0958-c69.jpg_F0T0974-c36.jpg_F0T1042-c46.jpg_F0T1057-c54.jpg_F0T1064-c62.jpg_F0T1121-c46.jpg_F0T1071-c43.jpg_F0T1097-c12.jpg_F0T1119-c37.jpg

ITALIAN VERSION

La Coppa del Mondo della Val Badia è la manifestazione per eccellenza in valle , grazie a un ‘organizzazione prestigiosa e impeccabile, richiama ogni anno tifosi provenienti da ogni parte d’Europa e del Mondo.

La lunga lista di illustri vincitori e medaglisti che ogni anno si annoverano nell’albo d’oro dell’Alta Badia vale più di mille parole: quasi tutti gli esperti di slalom gigante degli ultimi 30 anni hanno brillato, chi prima chi dopo, sull’insidiosa pista “Gean Risa”, ora sede dei più importanti appuntamenti invernali di Coppa del Mondo.

 

 

 

Posted in Senza categoria